Sono Filippo, creatore di questo blog. Non sono un dottore e non ho conoscenze mediche, sono solo un ex paziente con 4 ernie discali, che ha provato di tutto e dopo 10 lunghissimi mesi, ha risolto. Racconto la mia esperienza e spero di aiutare molti :)

Molto spesso si sente parlare di cintura lombare, e come possiamo facilmente immaginare è una sorta di supporto che serve per una zona ben precisa del nostro corpo. Nel nostro articolo andremo a conoscere da vicino questo prodotto, andando a vedere cos’è, perché si usa e quali sono nello specifico i suoi utilizzi principali.

Le migliori cinture lombari

La cintura lombare o anche comunemente chiamata “bustino” è fondamentale da usarla quando ci sentiamo stanchi. Usare la cintura lombare ad esempio alla sera, per cercare di avere un po’ di sollievo dopo la giornata è una cosa buona e giusta. Se siamo tendenzialmente piegati, la cintura lombare può prevenire una forte scoliosi per esempio. Se facciamo lavori manuali è consigliato, per il benessere della nostra schiena usare una cintura lombare. Sono molti i motivi per averla, pochi per non averla.

[wpmoneyclick id=29892 /]

Cintura lombare: cos’è

Cominciamo andando a definire nello specifico cosa sia una cintura lombare. In pratica, altro non è che una fascia da porre attorno a quella che è l’area dei lombi, e che ha come scopo principale quello di andare a proteggere questa zone del corpo che è considerata come una delle più delicate in assoluto. Si tratta di un supporto molto interessante, perché oltre ad essere uno strumento molto utile nell’alleviare i dolori alla zona lombare, è un ottima scelta come prevenzione nel caso si svolgano attività che possono dare adito a problematiche del genere.

Perché si usa

I motivi per cui si va ad utilizzare la cintura lombare li abbiamo in parte visti in precedenza, in quanto si tratta di qualcosa a cui si fa ricorso in due occasioni distinte: quando si vuole fare una scelta di prevenzione, o quando si devono attenuare dolori già presenti. Nel primo caso, è una scelta che si fa quando ad esempio si fanno lavori che richiedono continue sollecitazioni della zona dei lombi, con magari l’aggiunta della movimentazione di carichi pesanti. Anche eventuali sport che richiedono uno sforzo maggiore di questa area possono essere ragione di scelta per una cintura lombare.

Quando si avvertono già dei dolori, utilizzare una cintura di questo tipo permette di sorreggere maggiormente la schiena andando a limitare i movimenti e quindi anche attenuare il dolore. È chiaro che non si possa lasciare niente al caso, e quando si deve fare questa scelta è necessario porre l’attenzione su un prodotto che abbia determinate caratteristiche.

Tipologie di cintura lombare

Sebbene in commercio le tipologie di cintura lombare sono molte, possiamo dire senza ombra di dubbio che le principali sono almeno quattro, andiamo a vederle tutte da vicino:

  • Cintura lombare preventiva: detta anche propriocettiva, è quella che nello specifico risulta essere indicata per andare a favorire una corretta postura. In questo modo, non solo si ottiene il massimo per le proprie esigenze, ma si vanno anche a prevenire quelli che possono essere i rischi che derivano da una postura sbagliata. Essendo appunto una delle tipologie che presenta come principale caratteristica la prevenzione, è detta anche cintura lombare sportiva, perché per questa peculiarità è la più amata e utilizzata da coloro che praticano sport a qualsiasi livello.
  • Cintura lombare rigida: qui non siamo più nella zona prettamente legata alla prevenzione, ma bensì di fronte ad un supporto più specificatamente curativo. Infatti, quando ci viene prescritta dal medico questa cintura, significa che è necessario per stare meglio andare a correggere problematiche ben precise che sono legate ad errori posturali. Tali abitudini scorrette solitamente sfociano appunto nella lombalgia, ragione per cui è necessario andare ad utilizzare una fascia lombare rigida.
  • Cintura lombare morbida: tra le tre opzioni è quella che, sia dagli esperti che dagli utilizzatori, è considerata in assoluto la migliore a propria disposizione. Questo ovviamente quando la propria esigenza è quella di avere un deciso sostegno alla zona lombare. Si tratta di uno strumento sanitario che è realizzato con una struttura ergonomica, è che è pensato per andare a ridurre il carico ai lombi che proviene da attività con eccessive sollecitazioni.
  • Cintura lombare termica: sicuramente una delle migliori in circolazione, perché si tratta di un modello che unisce sia l’aspetto della prevenzione che quello curativo. La sua forza agisce in maniera evidente sui dolori provocati dalla lombalgia, e lo fa andando a lavorare sulla zona con il calore che emana. alleviando eventuali dolori grazie al calore che emana. Come per tutti i trattamenti legati all’utilizzo del calore, attraverso il riscaldamento dei muscoli si va a favorire la circolazione sanguigna, andando pian piano a ridurre il dolore sin dai primi utilizzi.
[wpmoneyclick id=29897 /]

Come scegliere la fascia lombare

La scelta della fascia lombare prevede che si tengano in considerazione anche altri aspetti. Nello specifico, quelli da tenere presenti sono almeno 3, ecco di quali parliamo:

[wpmoneyclick id=29895 /]
  • La taglia: sebbene in commercio esistano modelli a taglia universale che possono essere utili, la scelta migliore è quella di trovare la taglia perfette per le proprie esigenze. Più la cintura lombare è precisa, maggiore sarà il comfort che ne deriva. Una delle opzioni molti interessanti è quella di optare per il velcro, in quanto è un tipo di tessuto che permette di indossare e togliere rapidamente la cintura.
  • Elasticità: oltre al tessuto, un altro aspetto che è legato al materiale e sul quale si deve porre molta attenzione è l’elasticità dello stesso. Quando si parla del grado di elasticità, ci si riferisce ad una qualità che permetta di utilizzare a lungo la cintura senza che si sformi dopo pochi utilizzi. In merito a questo, una caratteristica che aiuta la fascia a resistere a lungo è anche il livello di traspirabilità di cui è dotata. Questo perché quando si utilizza in periodi dell’anno in cui fa molto caldo, si evita che il sudore vada a ristagnare sulla propria pelle, effetto che è molto deleterio sia per la possibile fuoriuscita di reumatismi, che per le infiammazioni lombari.
  • Lavabilità: anche l’aspetto legato al lavaggio della cintura lombare è importante. Essendo che per fare il suo lavoro deve essere aderente alla pelle, è importantissimo che essa sia sempre pulita. Non tutte le cinture di questo tipo sono lavabili in lavatrice, per cui è essenziale leggere bene le sue caratteristiche all’interno della scheda prodotto, altrimenti si rischia di danneggiare irrimediabilmente la fascia.

Conclusioni

In conclusione, possiamo dire che la cintura lombare è un prodotto molto importante nella vita di tutti i giorni, sia che si soffra di mal di schiena, sia che si voglia evitare che questo sopraggiunga. L’importante è che, quando si va ad acquistare la fascia, si scelga con estrema attenzione quella giusta per le proprie esigenze.